Sulla condanna alle spese processuali nei confronti del difensore solidalmente con la parte soccombente (Cass., Sez. III, 13 maggio 2014, n. 10332)

File allegati:

La terza Sezione Civile della Corte di Cassazione, con la sentenza che si commenta, ha ribadito che in tema di condanna alle spese processuali, ex art. 94 c.p.c., è sempre ammissibile la condanna di colui che abbia agito come rappresentante processuale della parte in giudizio, “senza essere investito del relativo potere”, mentre ciò non è ipotizzabile nei confronti dell’avvocato difensore.
Ritiene infatti la Corte che, ai fini di individuare l’esatta portata della norma in esame, poiché il difensore di una parte non assume il ruolo di parte processuale, non si possa pronunciare la condanna alle spese processuali dello stesso, sia individualmente che solidalmente con la parte assistita e soccombente.
 
 a cura di Lapo Mariani

I commenti sono chiusi.