Il Giudice deve invitare la parte a sanare l’omesso deposito della procura generale (Cass., Sez. III, 22 maggio 2014, n. 11359)

File allegati:

Con la Sentenza in commento la Suprema Corte torna ad affermare il principio per cui nel caso di costituzione in giudizio, sulla base di una procura generale alle liti rilasciata per atto notarile richiamata in atti ma non depositata, la corretta interpretazione dell’art. 182, primo comma, cod. proc. civ., imponga al Giudice di assumere determinazioni in merito alla corretta costituzione della parte solo dopo aver invitato infruttuosamente la parte a produrre il documento mancante.

a cura di Raffaella Bianconi  

I commenti sono chiusi.