Esame di avvocato: sull’estrazione a sorte delle domande della prova orale (Cons. Stato, Sez. IV, 2 luglio 2014, n. 3305)

File allegati:

Le indicazioni fornite dalla Commissione centrale in relazione alle modalità di svolgimento della prova orale dell’esame di avvocato hanno valore di meri suggerimenti, privi di efficacia vincolante nei confronti delle sottocommissioni, che, quindi, non hanno alcun obbligo di predeterminare le domande da sottoporre al candidato e di fargliele estrarre a sorte.
 
a cura di Andrea De Capua

I commenti sono chiusi.