Assenza del difensore d’ufficio e nomina di altro difensore non iscritto nelle liste: non ricorre nullità ad eccezione dei casi di provata lesione del diritto di difesa (Cass., Sez. I Pen., 9 luglio 2013, n. 33392)

File allegati:

La nomina di altro difensore d’ufficio immediatamente reperibile ma non iscritto nelle liste predisposte dagli Ordini forensi non integra una causa di nullità di ordine generale. La nullità si può configurare solo se la parte che la deduce dimostri che tale inosservanza abbia cagionato una lesione del diritto di difesa.
E’ ciò che è stato statuito con la pronuncia in esame, che va a conferma della giurisprudenza costante della Corte di Cassazione sul punto.
 
a cura di Graziella Sarno

I commenti sono chiusi.