Conferme in tema di liquidazione giudiziale delle spese: nuovi parametri e processo abusivamente frazionato (Cass., Sez. VI, 7 luglio 2015, n. 14084)

File allegati:

Con la sentenza in commento la Corte di Cassazione ha l’occasione di (ri)affermare due importanti orientamenti ormai considerati pacifici in tema di liquidazione delle spese.
Dapprima, ricorda che devono essere applicati i nuovi parametri ogni qual volta la liquidazione giudiziale intervenga in un momento successivo alla data di entrata in vigore del decreto ministeriale sulle tariffe e si riferisca al compenso di un professionista che, a quella data, non abbia ancora completato la propria prestazione professionale, ancorché tale prestazione abbia avuto inizio e si sia in parte svolta in epoca precedente, quando ancora erano in vigore le tariffe professionali abrogate. Con la conseguenza che queste ultime potranno trovare ancora applicazione solo qualora la prestazione professionale di cui si tratta si sia completamente esaurita sotto il vigore delle precedenti tariffe.
In seconda battuta poi, la Suprema Corte rammenta che, sempre ai fini della liquidazione delle spese, il procedimento abusivamente frazionato con distinti ricorsi di uguale contenuto depositati contestualmente dal medesimo difensore, deve considerarsi come unico.

a cura di Alessandro Marchini

I commenti sono chiusi.