E’ ammissibile la produzione documentale eseguita dopo il deposito del ricorso ex art. 702 bis cpc (Cass., Sez. VI, 7 gennaio 2021, n. 46)

File allegati:

Nell’ordinanza in oggetto la Cassazione ha affrontato la questione relativa ad un ricorso introduttivo iscritto mediante busta telematica ma sprovvisto della documentazione già richiamata in atti.
La vicenda trae origine da un procedimento avviato da un avvocato al fine di ottenere il pagamento dei propri compensi professionali nei confronti di un ente pubblico.
Il ricorso veniva iscritto telematicamente e solo dopo aver ottenuto il numero di ruolo generale, il ricorrente depositava con quattro ulteriori invii la documentazione a supporto della propria domanda.
Con l’ordinanza impugnata il Tribunale rigettava la domanda, sul presupposto che la documentazione avrebbe dovuto essere depositata contestualmente al ricorso introduttivo.
Avverso tale pronuncia l’avvocato proponeva, quindi, ricorso per Cassazione.
I giudici di legittimità accogliendo l’unico motivo di diritto sollevato hanno affermato il seguente principio di diritto: “Poichè l’art. 702 bis c.p.c., commi 1 e 4, non prevede alcuna specifica sanzione processuale, nè in relazione al mancato rispetto del requisito di specifica indicazione dei mezzi di prova e dei documenti di cui il ricorrente e il resistente intendano, rispettivamente, avvalersi, nè in relazione alla mancata allegazione di detti documenti al ricorso o alla comparsa di risposta, è ammissibile la produzione documentale eseguita, nell’ambito del procedimento sommario disciplinato dagli artt. 702 bis e ss. c.p.c., successivamente al deposito del primo atto difensivo e fino alla pronuncia dell’ordinanza di cui all’art. 702 ter c.p.c.”.
Nel caso di specie, infatti, il ricorrente aveva pienamente rispettato la norma processuale, avendo avuto cura, da un lato, di indicare in modo specifico i documenti sui quali la pretesa di pagamento era fondata, e, dall’altro lato, di provvedere prima dell’udienza fissata per la comparizione delle parti al loro tempestivo deposito telematico.

A cura di Brando Mazzolai

 

I commenti sono chiusi.