Negli elaborati dell’esame di ammissione è escluso il plagio se riguarda principi giurisprudenziali consolidati o principi legislativi fondamentali (TAR Puglia, Lecce, 24 ottobre 2011, n. 1837)

File allegati:

Nel caso di specie il candidato ha impugnato la decisione della Commissione esaminatrice la quale, dopo aver giustificato sufficienti gli elaborati, aveva annullato una delle prove scritte per plagio poiché sussistevano “reiterati e significativi elementi di identità” con un compito successivamente esaminato.
Il Tribunale Amministrativo ha accolto il ricorso in quanto i passaggi oggetto di copiatura riguardavano solamente la parafrasi della formulazione e dell'elaborazione giurisprudenziale dell'art. 56 c.p., e infatti i due elaborati erano caratterizzati dall’utilizzo di tentativi ricostruttivi totalmente differenti: mentreil ricorrente faceva riferimento alla possibile mancanza dell’elemento soggettivo, l’altro candidato richiamava l’accordo non punibile ex art. 115 c.p.
Il TAR ha ribadito, quindi, che non sussiste l’ipotesi di plagio nel caso in cui i “passi incriminati” concernano l’esposizione di principi giurisprudenziali consolidati o previsioni normative fondamentali.

A cura di dott.ssa Marta Ottanelli

I commenti sono chiusi.