Non vi è violazione del segreto professionale se si depone in relazione a circostanze apprese al di fuori dell’esercizio del mandato (Cass., Sez. Un., 25 settembre 2017, n. 22253)

File allegati:

Il dovere di astensione del difensore dal deporre come testimone non opera allorché il mandato si sia concluso e la testimonianza verta su fatti e circostanze appresi al di fuori dello svolgimento del mandato. Talché non compie un illecito deontologico il difensore che deponga in un processo penale a carico di un ex assistito riferendo circostanze apprese dopo la cessazione del mandato.

A cura di Raffaella Bianconi

 

I commenti sono chiusi.